Il Bravo Marinaio come si comporta a bordo del suo Paper8? Ecco le sue semplici regole, che dovrebbero essere seguite sempre anche da tutti noi… Forza, impariamole!!

  1. Prima di uscire in barca il Bravo Marinaio verifica in prima persona, senza delegare nessuno, il bollettino meteo. Nel caso rinuncia alla navigazione pianificata e organizza una partita di Beach Volley. Questo è il comportamento saggio, al contrario di quello tipico del cattivo marinaio che si lascia andare all’improvvisazione.
  2. Quando il mare è calmo egli sa che non sempre significa che resterà tale. Certamente si può anche uscire in mare con vento fresco ed onda formata, ma non ci si avventura con condizioni meteorologiche incerte o in evoluzione.
  3. Prima di affrontare tratti di costa sconosciuti, il Bravo Marinaio legge con attenzione la carta nautica particolareggiata. A volte ricorre anche alla collaborazione di qualcuno esperto del posto, in modo da annotare eventuali pericoli ed individuare ridossi all’occorrenza praticabili.
  4. Il Bravo Marinaio informa sempre qualcuno del proprio programma di navigazione, comunicando ora di rientro presunta e percorso previsto.
  5. Alla partenza il programma di navigazione e l’assegnazione dei compiti a bordo sono informazioni che il Bravo Marinaio condivide subito con l’equipaggio.
  6. Egli imbarca sempre un contenitore stagno da assicurare convenientemente, nel quale riporne acqua e cellulare. Riguardo il cellulare egli già sa, perché si è informato prima, se vi sono tratti di costa privi di segnale (ed eventualmente porta con se una radio VHF portatile.
  7. Fa indossare a tutti un giubbino di aiuto al galleggiamento della giusta taglia. Sulle derive i più adatti sono quelli sportivi a gilet che consentono di muoversi agevolmente.
  8. Nel tratto di andata il Bravo Marinaio naviga di bolina, in modo da assicurarsi il rientro alla base con andature portanti. In tal modo sarà più semplice risolvere eventuali imprevisti o rinforzi del vento.
  9. Non si allontana troppo da riva, perché la costa da lontano non è più facilmente riconoscibile. Inoltre tiene conto di come la visibilità possa degradare rapidamente in particolari condizioni.
  10. Al rientro e nel tempo libero si deica a vari lavoretti per mantenere la barca in ordine, verificando con controlli periodici la piena efficienza di tutti gli equipaggiamenti… perché il Bravo Marinaio è… sempre in regata!